Festa per i quarantacinque anni dal diploma

Festa L di Moret per gli ex allievi della 5^ Elt / c del Malignani in occasione del 45 esimo anniversario del diploma.
La fotografia ci stata inviata dagli organizzatori dell'incontro, Piccinato e Covassi.
 

ricavato dal Messaggero Veneto del 18 ottobre 2008
 

La V Elt C 48 anni dopo il diploma al Malignani

 

I periti elettrotecnici del Malignani della V Elt C, diplomatisi nell'anno scolastico 1962 - 63, si sono
ritrovati recentemente in occasione del 48 anniversario in un locale di Prepotto, grazie all'organizzazione di Augusto Piccinato, Alessandro Covassi e Luciano Di Bert.
L'occasione stata anche una prova generale in vista del cinquantesimo.
Per la foto ricordo tutti hanno indossato una maglietta con la scritta "i fulminei", seguita da "Forza Malignani".

ricavato dal Messaggero Veneto del 26 luglio 2011

 

La festa dei diplomati del Malignani 50 anni dopo
La quinta Elt C del Malignani di Udine a cinquant'anni dal conseguimento del diploma di perito elettrotecnico.
 Ecco la classe dopo un incontro conviviale tenutosi nei giorni scorsi.

Ricavato dal Messaggero Veneto del 13 giugno 2013


Tra i partecipanti l'insegnante di elettrotecnica di allora ingegner Costante Trangoni (il secondo, seduto , da destra).
foto apparsa sul Messaggero Veneto del 1 settembre 2013

***

Festa con il prof degli ex allievi del Malignani 1962 - 63



Oltre una quindicina di periti elettrotecnici, diplomati all'Istituto Malignani di Udine nel 1962/63,
classe 5^ elt C, hanno festeggiato il loro insegnante di elettrotecnica Costante Trangoni.

(foto e testo ricavati dal Messaggero Veneto del 19 novembre 2015)

 

Tredici a tavola, ma gli ex Malignani non sono superstiziosi

Il numero 13 ha portato fortuna all'incontro dei periti elettrotecnici della 5^ Elt C usciti dal Malignani al termine dell'anno scolastico 1962 - '63.
Tredici, infatti, i presenti alla "rimpatriata" per rinverdire gli anni giovanili e ricordare con ironia le lezioni di elettrotecnica dell'ingegner Costante Trangoni.

ricavato dal Messaggero Veneto del 7 gennaio 2018