p.i. Adriano IOAN

 

Udine, politica in lutto: è morto Adriano Ioan

Aveva 57 anni, da più di un anno soffriva per un male che non gli ha lasciato scampo. Leader del centrodestra a palazzo D’Aronco alle ultime elezioni amministrative si era candidato sindaco e andò al ballottaggio contro Honsell

UDINE. È morto Adriano Ioan. Aveva 57 anni, da più di un anno soffriva per un male che non gli ha lasciato scampo.

Il suo cuore ha smesso di battere domenica mattina, intorno alle 9.30, nell’ospedale Santa Maria della Misericordia dove era ricoverato da qualche giorno.

Ioan lascia un vuoto incolmabile a Cussignacco, dove era nato e cresciuto e dove viveva con gli anziani genitori, e soprattutto in politica.

Leader del centrodestra a palazzo D’Aronco alle ultime elezioni amministrative si era candidato sindaco e andò al ballottaggio contro Honsell.

La carriera politica di Ioan iniziò quando era poco più che un ragazzo nelle file della Democrazia cristiana.

Da consiglieri e presidente della quinta circoscrizione passò in comune a Udine dove si impegnò per diversi mandati.

Qualche anno di pausa durante la quale fu nominato presidente dell’Erdisu e poi assessore provinciale all’Istruzione.

Dal 2008 al 2012 era stato anche componente del consiglio di amministrazione dell’università di Udine.

In queste ore sono in molti a stringersi attorno alla famiglia.

--------

 

 

Il cordoglio in Friuli: un uomo di grande tenacia e passione

Honsell: avversario competente e capace. Serracchiani: aveva un grande rispetto per le istituzioni. Shaurli ricorda il suo impegno civile

UDINE. «A nome di tutta l'amministrazione comunale esprimo profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Adriano Ioan; ai familiari e ai suoi amici più stretti va tutta la mia vicinanza per la grave perdita».

Così il sindaco di Udine, Furio Honsell, alla notizia della scomparsa del leader del centrodestra in Consiglio comunale e suo avversario nella campagna elettorale del 2013 per la carica di primo cittadino del capoluogo friulano.

«Mi hanno sempre colpito la sua tenacia e la sua passione per la politica attiva - ha continuato Honsell -, doti che anche in quest'ultimo anno in cui era sofferente non gli hanno impedito di essere presente, con grande intelligenza e impegno, come leader in Consiglio comunale.

È stato un politico appassionato che ha interpretato il mandato elettorale con grande coerenza, determinazione e coraggio, un avversario molto competente e determinato, capace di manifestare, in tutti i suoi atti, una profonda e radicata formazione politica».

Anche la presidente della Regione, Debora Serracchiani, ha espresso il cordoglio, suo personale e a nome dell'Amministrazione regionale, per la scomparsa di Adriano Ioan, leader del centrodestra al Consiglio comunale di Udine.

«Avevamo idee diverse sia per quanto riguarda la politica sia per l'idea di Udine, ma - ha affermato Serracchiani - gli va riconosciuto rispetto per le istituzioni e di aver affermato le sue idee senza indulgere all'attacco personale».

«Nonostante le differenze e la dialettica politica, è stato un privilegio conoscere Ioan, una persona dalla passione politica autentica e sempre al servizio della Comunità».

Così invece l'assessore regionale all'Agricoltura, Cristiano Shaurli, ha espresso cordoglio per la morte del capogruppo del centrodestra

in Consiglio comunale a Udine che stato suo collega in Consiglio provinciale.

«Ioan portava con sè - ha aggiunto Shaurli, rimarcando la vicinanza alla famiglia - quell'impegno civile che porta ad ascoltare e confrontarsi con attenzione anche con chi non la pensa come te. Mandi Adriano»

Articoli e foto apparsi sul Messaggero Veneto online di domenica 16 agosto 2015 - giornalista Giacomina Pellizzari

------------------------

Il perito chimico Adriano Ioan, è stato per molti anni insegnante al diurno come tecnico pratico di Laboratorio di Chimica
 all'Istituto Tecnico Industriale  "Arturo Malignani" di Udine.

Negli ultimi anni è stato anche insegnante nel biennio di Laboratorio Chimico al Corso Serale dello stesso istituto.

Il personale docente e non docente del corso serale lo ricordano per le sue capacità tecniche nello specifico settore, insegnante intelligente,

aperto verso il prossimo da vero "furlan salt, onest e lavoradôr"

Mandi Adriano