A Cesenatico l'edizione 2005 della manifestazione. Il friulano ha sbaragliato gli altri 300 " cervelloni" di tutta l'Italia
Olimpiadi di matematica, doppio oro udinese
Gabriele Negro del Malignani di Udine vince la prova nazionale, Marinelli primo fra le squadre

 

Ora il campione sarà selezionato per i Mondiali

   Parla udinese l'edizione 2005 delle Olimpiadi di matematica, la manifestazione che ogni anno raduna a Cesenatico 300 "cervelloni" provenienti da tutta Italia, selezionati nelle scuole secondarie superiori, su 300mila fra i migliori studenti italiani.

  La medaglia d'oro è infatti andata a Gabriele Negro dell'istituto tecnico industriale Arturo Malignani di Udine, che è stato incoronato sabato mattina (7 maggio 2005) nell'aula magna della scuola media Arfelli. Per lui si tratta di un bis, visto che anche l'anno scorso si era aggiudicato la prima piazza alla stessa manifestazione.

  Venerdì invece, al palazzetto dello sport, il liceo scientifico Marinelli aveva vinto le Olimpiadi di matematica a squadre, competizione riservata a una trentina di licei che mettevano in campo ognuno sette studenti.

   Questa ventunesima edizione dell'evento è stata organizzata dall'Unione matematica italiana e dalla scuola Normale superiore di Pisa col patrocinio del Comune di Cesenatico e il contributo di Gesturist.

   La prova nazionale era stata preceduta da quelle effettuate in provincia. Nel mese di marzo, infatti il liceo Marinelli aveva battuto d'un soffio il Malignani, davanti all'altro liceo scientifico cittadino, il Copernico. Per il secondo anno di fila Marinelli e Malignani chiudevano la gara con pochissimi punti di scarto.

   Questi i nomi dei ragazzi del Marinelli che avevano vinto la selezione udinese: Enrico Morgante, Piera Corubolo, Luca Romanelli, Sara Bosa, Giacomo Picco, Andrea tellini e Federico Fabiano. I loro insegnanti: Enrico Munini in veste di responsabile e Giuseppe Guttilla in qualità di vicepresidente della Mathesis.

  Le Olimpiadi di matematica si sono svolte per tre giorni a Cesenatico. La prova era utile perla selezione della rappresentanza italiana alla gara mondiale che quest'anno si svolgerà sotto il sole del Messico, a Merida, nel mese di luglio. Le squadre erano formate appunto da sette componenti e tutto si è basato sulla collaborazione fra gli elementi della squadra, che acquisivano punteggi risolvendo via via i vari quesiti che posti dalla giuria.

  Nelle prove provinciali che si erano svolte in marzo, le squadre partecipanti avevano rappresentato otto istituti di scuola media superiore della nostra provincia: il liceo scientifico Copernico di Udine, l'Itc Deganutti di udine, l'Itc Einaudi di Palmanova, il liceo scientifico Magrini di Gemona, il liceo scientifico Einstein di Cervignano, l'Iti Malignani di Udine, il liceo scientifico Marinelli di Udine e il liceo classico Stellini sempre di Udine.

   In quell'occasione era stato fatto notare come una delle squadre - quella del'Itc Einaudi di Palmanova, fosse tutta al femminile.

<< Studio poco, sto attento in aula >>

Gabriele Negro, 18 anni, è figlio unico; il papà è socio di una ditta specializzata in forniture elettriche, la mamma è casalinga. Il suo hobby è la musica, suona il basso, non gli interessa il calcio - dice -, ma simpatizza per l'Udinese e ha una ragazza, puntualizza, da un anno, un mese e un giorno.

   << Ancora non ci credo - dice il vincitore - l'unico a totalizzare tutti i 42 punti messi a disposizione dai sei quesiti: è bellissimo, farò di tutto per staccare il biglietto per i Mondiali. Questo è il quarto anno che vengo a Cesenatico, faccio le Olimpiadi da quando sono in seconda superiore, ma sarà anche l'ultimo visto che ho la maturità >>.

Cervelloni si nasce o si diventa ?

<< A mio parere si nasce: certo, occorre applicarsi molto, ma è determinante essere predisposti per la matematica >>.

Quanto studiate al giorno ?

<< Personalmente poco. Anzi, di solito non studio affatto, preferisco seguire bene le lezioni in classe. Il pomeriggio lo dedico alla musica e a Sara, la mia fidanzata >>.

Cosa farà da grande ?

<< Studierò all'università e poi mi troverò un lavoro dove... ci sia da dare un po' di numeri >>.

Gabriele, assieme ai primi classificati della prova di Cesenatico, effettuerà un ritiro per selezionare la rappresentanza italiana alla gara mondiale, che quest'anno si svolgerà in luglio a Merida, in Messico.

articoli apparsi sul Messaggero Veneto di lunedì 9 maggio 2005