L'Istituto ha ospitato una gara nazionale. Al vincitore, il cui nome si conoscerà asolo a gennaio, un premio in denaro
Elettrotecnica, Talenti a confronto al Malignani


    
Oltre cinquanta studenti appartenenti a decine di istituti tecnici italiani, due giorni di prove e il tessuto industriale locale come partner per la formazione dei diplomandi: ecco la "Gara nazionale di elettrotecnica", che si è svolta e conclusa ieri all'Istituto Malignani di Udine, in quanto nella precedente edizione i suoi allievi di erano classificati al primo posto.
           I ragazzi si sono così messi in gioco, desiderosi di fare una nuova esperienza, felici di partecipare a un evento che da sempre mette in luce i migliori talenti. Giovani talenti che trovano così un valido banco di prova per esprimere le loro potenzialità. Partner dell'iniziativa sono stati la Danieli automation e la Schneiderelectric, multinazionale francese con oltre 120 mila dipendenti, che da anni investono nelle nuove generazioni offrendo agli studenti la possibilità di compiere stage all'interno delle loro sedi.
          << L'elettrotecnica, l'automazione e la meccanica rappresentano un nucleo centrale dell'industria locale - spiega il professor Rodolfo Malacrea, vicepreside del Malignani - ed eventi come questo servono a tenere vivo l'interesse per queste materie. Un interesse - ha continuato - che i ragazzi dimostrano di possedere sempre, perché sono molto motivati. Insomma, si vede che gareggiano con passione>>.
            << Quest'anno partecipano due nostri studenti ma non possono gareggiare, perché l'anno scorso il nostro istituto si è già aggiudicato la competizione>>.

             Obiettivo dell'evento è anche quello di rispondere alla necessità di orientare la scelta formativa dei ragazzi verso discipline tecniche e scientifiche che possano avere un'immediata collocazione.
              La gara prevedeva deu prove della durata di cinque ore ciascuna. La prima prova consisteva nella risoluzione di un problema di elettrotecnica con tematiche riguardanti il programma svolto nel terzo e quarto anno di indirizzo, mentre la seconda prova era formata da quesiti brevi riguardanti le cinque materie di indirizzo (elettrotecnica, elettronica, sistemi elettrici automatici, impianti elettrici, tecnologie disegno e progettazione).
              Il vincitore della gara si conoscerà nel prossimo mese di gennaio e, oltre a un premio in denaro per la sua scuola, è prevista una fornitura di materiale per la didattica offerto dal main sponsor dell'iniziativa, la Schneider Eletric.

 

articolo e foto apparse sul Messaggero Veneto del 20 novembre 2010