CORSO SERALE
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE
"Arturo Malignani"
Udine
anno scolastico 2001/2002
5^ meccanica serale

  

n. 13 Allievi      
Altafini Nicola (Rovigo)

Benvenuto Ezio
(Sesto al Reghena)

  
Casagrande Stefano (Udine)

Dal Mas Andrea (Maniago)

   
Dorigo Gabriele (Attimis)
 

Feruglio Vanni (Tavagnacco)

  
Lavia Luca

Maniassi Marco

  
Mansutti Cristian (Majano)

 Matos Albarran Andres Eloy (Codroipo)

   
Menis Mauro (Artegna)

Persello Paolo

    
Roseano Fabio (Udine)

  Media generale dei voti conseguiti all'Esame di Stato = 83,15 / 100

  Articolo apparso sul Messaggero Veneto di Udine del 25 giungo 2002

Tesina in friulano e inglese
Presentata al Malignani da un allievo del corso serale

   L'inglese è da tempo ormai materia di studio alle superiori, tanto che spesso le tesine per la maturità sono redatte in italiano e tradotte anche in lingua. Per la prima volta, però, in ottemperanza alla legge 482/99 anche in lingua friulana entra di diritto in un esame di Stato. L'iniziativa è stata presa da Gabriele Dorigo, allievo del corso serale per periti meccanici del Malignani che, con la collaborazione di altri due allievi, Nicola Altafini e Andrea Dal Mas, ha realizzato una tesi dal titolo "Disvidadôr / invidadôr manuâl par machinis", su un nuovo sistema manuale per abbreviare il tempo e la fatica dello sbullonare le ruote quando si deve cambiare uno pneumatico.
  A seguire i ragazzi nel lavoro è stato il professor Sergio Cragnolini: "L'idea - spiega l'insegnante - è venuta dai ragazzi: la descrizione tecnica dello strumento in questione era troppo breve, ed allora per renderla un po' più corposa, si è deciso di allegarvi la traduzione in inglese e in friulano".
   " In base alla legge 482/99 - continua Cragnolini - la lingua friulana è riconosciuta a tutti gli effetti nelle scuole dell'obbligo, ed infatti esperimenti di questo tipo erano già stati fatti nelle medie inferiori. Abbiamo sentito la necessità di far valere questa legge anche per quanto riguarda le superiori per cui questa tesi rappresenta una novità assoluta".
  "C'è stato anche un lavoro d'inventiva - sottolinea il professor Cragnolini -: tra le difficoltà della tesi, c'era infatti quella di trovare le parole friulane per i termini tecnici presenti nel testo italiano". Il professor Sergio Cragnolini si dice soddisfatto del lavoro dei suoi ragazzi. Gli rimane, però, un solo cruccio: "Quello - spiega - che la tesi, per ovvie ragioni, non possa essere discussa in friulano".

 

© Copyright dal 2001 - 5^ mecc.serale - web master perît Sergio Cragnolini